Archivio tag: Human

Velo di sposa

cuore_ominoDel suo consueto dire
Io non mi scorderò
Restano le parole
E vuoti da narrare
Orienti immaginari
Perduti nei capelli
Di principi crudeli
Dagli occhi troppo

belli

Fotografie tagliate
In forma di stupore
Son cibo prelibato
Per angeli viaggianti
Vittime destinate
Da chi non sa capire
Che ha ricevuto rose
E le lascia morire

Ora di te mi parlerà
La Via Lattea
Velo di sposa
La notte imbiancherà

Portami da Milano
Fino a Gerusalemme
Per la luna di miele
Di api colorate

Che posano sui fiori
Cresciuti nella guerra
Un polline impazzito
Che illumina la terra

Ora di te mi parlerà
La Via Lattea
Velo di sposa

Birds

Leggi il testo italiano e arabo (pdf)

cuore_omino“Da dove sono giunti qui questi uccellini
Dalle mie notti di malinconia
Canta il loro silenzio
E si ferma il tempo
Stanchi di me i miei pensieri
Cadono davanti agli occhi
E s’addormentano sui tetti bianchi
Dentro un mare di luce

Nel segno di una stella incantata
Che viaggia nel mio cielo
Insegnatemi
Come trasformare il dolore in amore

Isole in cerca di se stesse
Nell’esilio dei sensi
Dentro mille mondi
Che dal nulla non sono ancora nati

Rispondete al dubbio con una certezza
Voi che siete il sogno dei fiori dentro i boschi
S’incontreranno mai
la veglia ed il sonno dentro gli occhi?
E lavatemi dal male dei giorni
Guidatemi come astri nella notte scura

Da dove sono giunti qui questi uccellini
Dalle mie notti di malinconia
Canta il loro silenzio
E si ferma il tempo

Rispondete al dubbio con una certezza
Voi che siete il sogno dei fiori dentro i boschi
S’incontreranno mai
La veglia ed il sonno dentro gli occhi?
E lavatemi dal male dei giorni
Guidatemi come astri nella notte scura

Lontano

cuore_ominoLasciò che i giorni
Lavassero le sue ferite
Lasciò che il vento
Portasse via i suoi pensieri

Sognò sognò
Per tutti gli altri lui sognò
Ma chi attraversò i suoi occhi
Non tornò

“La vie n’est qu’un souffle”
Dicevi aprendo silenzi
E m’incantavo
Con viaggi danze e cieli nuovi

Sognò sognò
Per tutti gli altri lui sognò
Ma chi attraversò i suoi occhi
Non tornò

E io vorrei riuscire
A vivere davvero
Viaggiare in questo mare
Nascosto dentro me

Luce di primavera
Abbraccia le colline
La vita ha un suo dolore
Indecifrabile

“Non era ancora giunta la primavera ما مرّ الربيع
Ma sei voluto partire Senza veder nascere i fiori حتى سافرت دون الزهور
I tuoi occhi كانت عيناك
Sognavano il sole di un giorno nuovo تحلم شمس يوم جديدٍ

Amavano il sale del mare تعشق ملح البحر
Disegnavano alla terra un volto differente ترسم ووجها اخر للارض
Le tue mani impastavano le speranze كانت يداك تعجن الامال
Con le onde و الامواج

Nell’azzurro del cielo في زرقة السماء
Nella pioggia d’inverno في مطر الشتاء
Nella nostalgia della sera في حنين المساء
Avevi la finestra di casa شبّاك دارك

Ritorneremo come il vento سنرجع كالريح
All’appuntamento della nostra attesa لموعد إنتظارٍ
In quel giardino d’arancio لبستان برتقالٍ
Che mai appassirà” لا لن يذبُل

E io vorrei riuscire
A vivere davvero
Viaggiare in questo mare
Nascosto dentro me

Luce di primavera
Abbraccia le colline
La vita ha un suo dolore
Indecifrabile